Come Funziona Area Comunicaz. Bios
Registri
Livello Hardware Livello BIOS Livello DOS
Applicazioni Software Download INDICE

 Video

Livello BIOS

  Programmazione

PROCEDURE BIOS 41/59 [63 di 84] 

 

bullet Gestione BIOS del Video - INT 10H - Funzione 11H- SottoFunz. 21H

 

INT 10H

Funzione 11H/21H Associa un Font Grafico Completo, creato dall'utente, al puntatore INT 43H

 

bulletRende disponibile la Tabella User (predisposta dall'utente) con la definizione di tutti i 256 (o 128) Caratteri Ascii di un Set 8*n; Ŕ tipica dei Modi Grafici.

 

bulletLe SottoFunzioni 00H e 10H della Funzione 11H di INT 10H assicurano un servizio analogo adatto ai Modi Testo.

 

bulletIn ingresso:
bullet AH Ŕ posto a 11H
bulletAL Ŕ posto a 21H e indica la SottoFunzione
bulletBL specifica il numero di righe di testo visualizzabili sullo schermo
bulletcon BL = 00H il numero di righe deve essere disponibile in DL
bulletcon BL = 01H il numero di righe previsto Ŕ 14
bulletcon BL = 02H il numero di righe previsto Ŕ 25
bulletcon BL = 03H il numero di righe previsto Ŕ 43
bulletDL specifica il numero di righe di testo visualizzabili sullo schermo (vale solo se BL=00H)
bulletCX specifica il numero di bytes previsti per la definizione di ciascun carattere (in pratica l'altezza della matrice di punti)
bulletES:BP punta la Tabella (TabFont, predisposta dal programma chiamante) con la sequenza dei 256*CX (o 128*CX) bytes necessari per definire i caratteri

 

bulletIn uscita lascia:
bulletnulla

 

bulletLa SottoFunzione si chiama in questo modo:

               

  

  

bulletCon questa SottoFunzione Ŕ possibile sostituire il Set dei 256 caratteri Ascii previsti per default dal Modo selezionato, esclusi i Modi compatibili CGA [04H e 05H (40x25, 8x8, 320x200 a 4 colori) e 06H (80x25)] per i quali Ŕ possibile predisporre solo i primi 128 caratteri.

  

bulletLa Tabella (TabFont) con le nuove definizioni deve essere predisposta dal programmatore con la sequenza dei 256*CX (o 128*CX) bytes necessari.
bulletPer rendere attivo il nuovo Set di Caratteri, creato dall'Utente, la SottoFunzione copia poi il puntatore ES:BP alla Tabella TabFont, direttamente nelle locazioni della Tabella dei Vettori (4 bytes a partire da 0000:010CH) corrispondenti all'INT 43H.

  

bulletE' interessante notare che il numero di righe da mettere a video pu˛ essere:
bulletprogrammato dall'utente, predisponendolo in DL con BL=00H
bulletfissato d'ufficio a 14 (con BL=01H) o a 25 (con BL=02H) o a 43 (con BL=02H)
bulletIn ogni caso i valori passati alla SottoFunzione (CX e BL/DL) sono usati anche per aggiornare le relative variabili di Sistema:
bullet 0000:0484H, numero di righe sul display meno 1, nel Modo Video Corrente
bullet 0000:0485H, altezza dei caratteri in Pixel, numero di bytes (=righe di pixel) necessari per creare un carattere nel Modo Video Corrente

 

bulletPer evitare risultati imprevedibili la SottoFunzione va chiamata subito dopo aver fissato (con la Funzione 00H di INT 10H) il Modo Grafico desiderato; in questo modo viene assicurata l'inizializzazione del puntatore INT 43H (scritto in Tabella dei Vettori a partire da 0000:010CH) con l'indirizzo della Tabella dei Caratteri di default adatti al Modo selezionato, a beneficio del Generatore Software interno chiamato a ricostruirli.
bulletNelle ModalitÓ Grafici compatibili CGA [04H e 05H (40x25, 8x8, 320x200 a 4 colori) e 06H (80x25)] viene fissato anche il Vettore INT 1FH, per puntare il punto della Tabella a partire dal quale sono definiti i 128 caratteri Ascii Estesi CGA.

 

bulletPer ogni Modo video la SottoFunzione 30H della Funzione 11H di INT 10H Ŕ utilizzabile per assumere Informazioni sui Font di Caratteri di default disponibili nelle varie memorie a sola lettura (ROM) del sistema.

 

bulletPu˛ esser interessante ricordare che nei Modi Testo invece il compito di ricostruire i Caratteri Ŕ affidato ad un Generatore di Caratteri Hardware, che attinge i Set da alcune Tabella predisposte (per esempio con la SottoFunzione 00H) nella RAM della Scheda Video (quindi non direttamente indirizzabili dalla CPU, ma controllabili con la SottoFunzione 03H).
bulletDa notare che il Controller CRT non viene riprogrammato come faceva lĺanaloga SottoFunzione 10H in ModoTesto.

 

bulletL'eseguibile B10_1121.COM offre un'applicazione della SottoFunzione 21H della Funzione 11H dell'INT 10H.
bulletIl sorgente Ŕ documentato nella sezione ASM (clicca sull'iconaApplicazioni Software, nel menu a sinistra).

    

Pagina Precedente Video01 Pagina Successiva PROCEDURE BIOS 41/59   Torna alla Home della Sezione Lezioni - Vai al DownLoad dei files DOC Torna al Menu di "Dentro al Computer"
63 di 84
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84

    

Video Come Funziona.. | Area di Comunicazione Bios | Registri |Livello Hardware | Livello BIOS Livello DOS |Applicazioni Software |  Download | INDICE
Home 
Pascal|Manuali|Tabelle|Schede
Tutorial Assembly|Palestra Assembler
Aggiungi Giobe®2000 ai preferiti  
Motore
Ricerca
  Rendi Giobe®2000 pagina di Default
┬ę 2001-2010  -  Studio Tecnico ing. Giorgio OBER
Tutti i diritti sono riservati